giovedì 13 novembre 2014

Cassa acustica per chitarra fai-da-te

Il progetto 3D della cassa realizzato con Sketchup 


Quello che vedete qui sopra è il modello 3D della cassa per chitarra che ho deciso di costruire. Le sue caratteristiche sono:
  • cono 8"
  • 20W di potenza massima
  • 8Ω di impedenza
  • parte posteriore di tipo "aperto"
  • dimensioni pari a 31(H)x31(L)x20(P) centimetri
È una piccola cassa dalle modeste prestazioni che mi servirà sia come primo approccio alla costruzione di casse di questo tipo, sia per utilizzarla con il Noisy Cricket e con i vari pedali per chitarra che costruirò in seguito (ma questa è un'altra storia).

Dopo aver progettato e verificato le dimensioni in Sketchup, la prima mossa da fare è recuperare il legno e le componenti elettroniche. Io ho scelto di utilizzare il compensato multistrato da 15 millimetri e mi sono fatto tagliare i pezzi su misura da Leroy Merlin come segue:

  • due tavole 31x20 cm (parte superiore e inferiore)
  • due tavole 28x20 cm (laterali)
  • due tavolette 28x8 cm (posteriore)
  • quattro listelli 2x3x28 cm e quattro listelli 2x3x24 cm (le due cornici)
  • due tavole 28x28 cm per il "baffle" (il setto dove si alloggia il cono)
Ho fatto tagliare due baffle perché vi devo realizzare il foro per il cono che, a quanto pare, è l'operazione più difficile di tutta la costruzione; avendone due sono libero di sbagliare la prima volta senza che io debba ritornare in negozio per farmene fare un altro.

Raccolta del materiale utile alla costruzione della cassa
Per il cono, un Jensen modello Mod 8-20 da 8", e per cavetti e jack mi sono servito da Banzaimusic.

Il primo problema che ho incontrato è che i listelli che ho fatto tagliare non hanno una sezione precisa e variano parecchio rispetto alle dimensioni dichiarate; mi sono quindi ritrovato con pezzi troppo corti per realizzare le cornici interne alla cassa. Ho dovuto prendere altri listelli e tagliarli alla lunghezza corretta da solo. L'operazione è semplicissima se disponete di una di quelle guide per segare diritto, quindi vi consiglio vivamente di fare lo stesso anche voi.

Per la prima delle due cornici ho realizzato un giunto semplice sovrapponendo due estremità dei listelli e incollando; a colla asciugata ho inserito un paio di viti a rinforzo.

Incollata la prima cornice 
Mentre la cornice si asciuga ho realizzato il foro per il cono nel setto deflettore (baffle) della cassa. Per questa operazione ho utilizzato il trapano sul quale ho montato una punta particolare chiamata "punta fora lastre".
Punta fora lastre
Il risultato è eccellente. Il mio trapano però ha un numero di giri troppo basso, oppure una coppia insufficiente, quindi l'operazione non è stata
semplicissima. Consiglio di usare un trapano