lunedì 4 luglio 2011

Il Macbook pro e lo schermo esterno

In questi giorni ho comprato uno schermo esterno per il macbook pro e l'adattatore MiniDisplay Port. Questi, assieme alla tastiera estesa usb per Mac, servono a creare una postazione per usare il Macbook in modalità "desktop".

Il monitor che ho acquistato, con un esborso di 120€, è un Samsung SyncMaster E2220N, un lcd da 21,5" full HD con risoluzione massima 1920x1080 pixel. L'idea è quella di utilizzare il Macbook come unità centrale da pilotare con tastiera, mouse e schermo esterni.

Appena collegato, il mac ha riconosciuto subito il monitor e lo ha impostato in modalità "estesa" facendogli visualizzare una porzione del desktop dello schermo del portatile. Qui è necessario subito chiarire quali sono le due modalità con cui può essere utilizzato lo schermo esterno:
  • estesa - il monitor esterno (o secondario) diventa un prolungamento a destra dello schermo del portatile (primario); questo significa che se trascinate il cursore del mouse fino al margine destro dello schermo primario questi non si fermerà ma comparirà sullo schermo secondario; questa modalità è molto utile per lavorare con più finestre o più applicativi aperti contemporaneamente (ad esempio con i software musicali si usa mantenere su uno schermo la finestra di arrangiamento e sull'altro la finestra del mixer virtuale);
  • duplica monitor - il monitor del Macbook e quello esterno mostrano esattamente la stessa immagine, ossia il secondario "clona" il primario; questa configurazione è molto utile se si vuole utilizzare solo lo schermo esterno.
Per la mia modalità desktop la configurazione più adatta è, ovviamente, la "duplica monitor", ma sfortunatamente il problema con il quale mi sono scontrato è che il monitor secondario (esterno), in questa modalità, adotta la risoluzione massima dello schermo primario (interno) che, per il Macbook Pro 13", è di 1280x800. Il risultato è una schermata abbastanza sgranata sul Samsung con la quale è difficile lavorare anche con le più comuni applicazioni.

L'altra modalità, l'estesa, permette di impostare due risoluzioni distinte per i due monitor; in questo modo sono riuscito ad avere la massima risoluzione sul Samsung, ma così sono stato obbligato a tenere aperto il Macbook e ad usarne lo schermo interno in quanto primario.

Decido quindi di rendere primario lo schermo Samsung per verificare se, così facendo, posso impostare la sua massima risoluzione come nativa per il Macbook. L'operazione è relativamente semplice:

  1. nella barra dei menu clicca su MELA>Preferenza di Sistema
  2. nella finestra di dialogo che si apre seleziona Monitor
  3. seleziona la tab Disposizione
  4. in questa schermata ho trascinato il quadrato azzurro che rappresenta il Samsung (che sta a destra) e l'ho posizionato a sinistra
  5. per concludere ho spostato la barra dei menu, rappresentata dalla barra bianca nella parte alta dei rettangoli azzurri, dallo schermo interno al Samsung

Schermata di impostazione degli schermi

Alla fine mi ritrovo con il Samsung che mi riporta la schermata principale di OsX, ma lo schermo interno del portatile ne è l'estensione. Ancora non ho quello che mi serve.

Decido quindi di ricorrere all'ultima e definitiva risorsa, quella alla quale si dovrebbe ricorrere solo in estremo caso di bisogna: il manuale del macbook!
O meglio, all'Aiuto Mac, al quale è possibile accedere cliccando su "Aiuto" (ma dai!) sulla barra dei menu.

Per farla breve, bisogna cercare "Usare il computer portatile quando il monitor è chiuso" e quello che otterrete è:

"Alcuni computer portatili possono essere usati con il monitor chiuso. Ad esempio, chiuderai il monitor del computer quando lo usi per una presentazione su un monitor esterno collegato al computer.
Per usare il computer con il monitor chiuso, devi collegarlo a uno esterno, a una tastiera e a un mouse. L'adattatore di corrente deve essere collegato al computer e alla presa di corrente.
Puoi utilizzare anche una tastiera e un mouse wireless (Bluetooth). Assicurati di selezionare “Consenti ai dispositivi Bluetooth di far uscire il computer dallo stato di stop” nelle preferenze di Bluetooth. Fai clic sul pulsante Avanzate, nell'angolo inferiore destro per accedere a questa opzione.

Per lavorare con il computer portatile con un monitor esterno collegato e il monitor chiuso:

  1. Collega una tastiera e un mouse USB (Universal Serial Bus) al computer.
  2. Collega l'adattatore di corrente al computer e a una presa di corrente.
  3. Chiudi il monitor del portatile e metti il computer in stato di stop.
  4. Collega il computer a un monitor esterno.
  5. Attendi alcuni secondi, poi premi un tasto qualsiasi sulla tastiera esterna per riattivare il computer."
Per chi vuole è disponibile anche l'articolo online sul sito Apple.

Vorrei solo aggiungere una precisazione: la procedura indicata dalla Apple funziona SOLO se il portatile è collegato alla rete elettrica, altrimenti nisba. Bella cavolata.

AGGIORNAMENTO
Se siete in possesso di mouse e tastiera bluetooth la procedura è esattamente la stessa, solo che dovete aggiungere il seguente accorgimento tra i punti 2 e 3:

Nelle Preferenze di Sistema, vai su Bluetooth > Avanzate e seleziona "Consenti ai dispositivi Bluetooth di far uscire il computer dallo stato di stop". (Ovviamente basta selezionarlo solo la prima volta, poi non sarà più necessario)

Prossimamente: le foto della mia nuova postazione di lavoro e alcune considerazioni sulla tastiera estesa Apple.