giovedì 9 giugno 2011

Tutorial - Creare una batteria virtuale multilayer con Reason - Parte I




Recentemente mi sono trovato a fronteggiare un grosso problema: passando a Mac ho scoperto che il mio Virtual Instrument di batteria preferito non esiste per OSX. Il software in questione è Artist Drums prodotto da Best Service, un plugin di batteria multi layer che offre quattro set di batteria per altrettanti famosi batteristi (Dennis Chambers - Kenny Aronoff - Mel Gaynor - Simon Phillips) .

Per ovviare al problema ho pensato di sfruttare le potenzialità di Reason al fine di avere i miei suoni preferiti di batteria anche in ambiente OSX.

Salterò la parte di estrazione dei campioni; vi dico solo che per ogni singolo pezzo del drumset (e sua

articolazione) ho ottenuto cinque campioni, con qualità a 24 bit e 44,1 MHz, ognuno con un incremento di 25 di velocity rispetto al precedente (25, 50, 75, 100, 127).

Passiamo direttamente al nocciolo di questa piccola guida: quello che voglio fare è utilizzare vari strumenti di Reason per ricreare il mio Virtual Instrument di batteria.
In particolare voglio creare un Combinator nel cui interno posizionerò:
 - Un mixer 14:2
 - Un Riverbero Avanzato RV7000

Vi illustrerò la funzione di ogni strumento al momento giusto.

Iniziamo ad assemblare il nostro nuovo device di batteria:
 - Lanciate Reason e create un nuovo rack vuoto.
Rack vuoto
 - Create un Mixer 14:2 e lasciate che l'autorouting lo colleghi di default alle uscite 1 e 2 dell'Hardware Device; lasciategli il nome "mixer 1".
 - Con il mixer 1 selezionato create un Combinator; l'autorouting lo collega automaticamente al canale 1 (left + right) del mixer 1.
 - Chiamate il Combinator "drum sampler".
Il Combinator "drum sampler"
 - Inserite in drum sampler un Mixer 14:2 e rinominatelo "drum mixer"; nell'immagine potete osservare tutti i collegamenti fin qui creati.
Come organizzare i collegamenti audio
 - Create in drum sampler un NN-XT Advanced Sampler e chiamatelo "drums".
 - Visualizzate il retro del rack (premete il tasto tab).
 - Collegate le coppie d'uscita di drums ai canali di drum mixer (le uscite 1 e 2 al canale 1, le uscite 3 e 4 al canale 2 e così via) come illustrato nell'immagine. 
I collegamenti del campionatore al mixer

La parte di preparazione è conclusa. Abbiamo il nostro drum sampler correttamente cablato per poter essere ascoltato dalle uscite della nostra scheda audio e abbiamo il nostro campionatore drums cablato correttamente per offrirci un output multi canale; le uscite separate ci permetteranno di intervenire, in fase di missaggio, autonomamente sui singoli pezzi di batteria.